Palma & Giuliani Sistemi Sicurezza Roma

Impianti accessori

All’impianto di allarme, antifurto o antincendio,  si possono collegare sensori particolari in grado di rilevare determinate situazioni critiche che si potrebbero creare all’interno degli ambienti da monitorare.  Spesso la cronaca riporta casi di  appartamenti devastati da esplosioni dovute a fughe di gas, oppure di avvelenamenti da monossido di carbonio, avvenuti nel sonno a causa del cattivo funzionamento di stufe e bracieri, tristi eventi che potrebbero essere facilmente evitati associando ad un sistema di allarme esistente, un certo numero di sensori specifici, attivi 24 ore su 24, oppure installando un impianto di rivelazione gas a se stante, dal costo molto contenuto.   Nel caso di fughe di gas, il sistema può essere dotato di dispositivi in grado di intervenire automaticamente, azionando delle elettrovalvole che ne  blocchino la fuoruscita.

     Un altro problema, causa talvolta di danni considerevoli, è costituito dall’imprevista rottura di una tubazione con conseguente allagamento dell’appartamento e possibili infiltrazioni d’acqua anche ai piani sottostanti. Anche in questo caso, impiegando uno o più sensori di “presenza acqua”, opportunamente posizionati, si può essere tempestivamente avvisati dell’accaduto e intervenire in tempo utile.

  Una preoccupazione costante di  coloro che utilizzano celle frigorifere a livello industriale o semplicemente in ambito familiare (frigoriferi e surgelatori) è quella di un eventuale black out di lunga durata, che potrebbe comportare il deperimento totale o parziale degli alimenti conservati.  Sul mercato sono oggi reperibili dispositivi che, associati ad un qualunque sistema di allarme,  rilevano l’eventuale innalzamento della temperatura oltre una determinata soglia, o segnalano l’assenza della tensione di rete se protratta oltre un periodo di tempo prefissato. 

 Infine, il progressivo invecchiamento della popolazione rende sempre più frequente il caso di anziani, spesso con problemi di salute e di mobilità , che, per scelta o per necessità, vivono da soli.  Per queste persone è stato messo a punto un dispositivo di “telesoccorso”, costituito da un piccolo trasmettitore via radio, che, tramite il pulsante di cui è dotato, invia una richiesta di soccorso ad una centrale di assistenza o semplicemente a parenti o amici,   sotto forma di un messaggio vocale  preregistrato nel combinatore telefonico dell’impianto di allarme, se esistente, oppure su un analogo apparato a se stante.
Impianti accessori
Impianti accessori
Impianti accessori
Impianti accessori